Home Page SEPA
Home page
  ADDEBITI DIRETTI SEPA - SEPA CORE DIRECT DEBIT

Strumento di pagamento di base per disporre incassi in euro all'interno della SEPA sulla base di un accordo preliminare (mandato) tra creditore e debitore che consente di addebitare in modo automatico il conto del debitore.

  • Regole, prassi e standard interbancari relativi al servizio di incasso nell'ambito della SEPA sono definiti nel relativo documento EPC 'SEPA Core Direct Debit Scheme Rulebook'.

Caratteristiche principali:

  • Pagamenti singoli (one-off) e ricorrenti
  • Raggiungibilità di tutti i conti bancari nell'area SEPA che ammettono addebito diretto
  • L'IBAN e il BIC sono gli unici identificativi da utilizzare nell'esecuzione di richieste di incasso nazionali e SEPA
  • Obbligo di rilascio del mandato presso il creditore
  • Un unico flusso informativo/finanziario per mandato e transazione contabile
  • Ciclo operativo:
    • Richiesta di incasso: se la disposizione riguarda la prima di una serie di incassi o una transazione singola, la banca domiciliataria deve ricevere la richiesta di incasso dalla banca assuntrice al più tardi (sia in caso di una serie di addebiti diretti ricorrenti sia per gli addebiti singoli) un giorno lavorativo prima della data di scadenza
    • Storni: il termine ultimo per il regolamento delle disposizioni stornate è fissato a cinque giorni lavorativi interbancari dalla data di accettazione (D+5)
  • Possibilità di opposizione fino a 8 settimane dopo l'addebito per le transazioni autorizzate

 

Come è strutturato il nuovo Schema SEPA per gli Incassi?

Tenuto conto delle regole definite dal Rulebook, che si riferiscono alla tratta interbancaria tra la Banca del debitore e la Banca del creditore, lo Schema di insasso si configura come di seguito:
  • Il processo viene attivato dal creditore dopo la sottoscrizione del contratto sottostante e l'accordo sulla modalità di pagamento [0].
  • Il debitore predispone un mandato col quale autorizza il creditore a richiedere il pagamento per incasso diretto e autorizza contestualmente la propria banca (banca domiciliataria) a soddisfare tali richieste addebitando il suo conto. Il debitore deve trasmettere il mandato debitamente firmato al creditore [1].
  • Dopo aver ricevuto il mandato firmato, il creditore può avviare le richieste di incasso ed inviare al debitore il preavviso dell'addebito [2].
  • La Banca del creditore invia la richiesta di incasso alla Banca del debitore attraverso il meccanismo di compensazione e regolamento (Clearing and Settlement Mechanism - CSM) di riferimento che quindi processa la transazione provvedendo al regolamento [3].
  • La Banca del debitore compie l'addebito sul conto del Debitore, se lo stato del conto consente tale operazione [4].