Home Page SEPA
Home page
  Quali sono i tempi di realizzazione della SEPA?

L'EPC ha predisposto, insieme alla BCE, un calendario attuativo, definito 'Roadmap', articolato in tre fasi progettuali:

  1. elaborazione e attività preparatorie;
  2. realizzazione;
  3. funzionamento parallelo e adozione graduale dei nuovi strumenti.

Roadmap SEPA

 
Fase 1 - Elaborazione: nel corso del 2005 si sono iniziati a definire i due Schemi di pagamento elettronico di base per bonifici ed incassi nonché ad elaborare il quadro di riferimento per le per le carte di pagamento e quello per le infrastrutture di compensazione e regolamento. Nel 2006, sono continuati i lavori volti allo sviluppo dei suddetti schemi e quadri di riferimento e sono state portate avanti le attività necessarie alla definizione degli standard e delle specifiche tecniche e di sicurezza.

Fase 2 - Realizzazione: nel 2006, parallelamente alla fase di definizione portata avanti dall'EPC, gli organismi nazionali di attuazione/migrazione, istituiti in ciascun paese dell'area dell'euro hanno seguito i preparativi per l'avvio della SEPA effettuati dai diversi soggetti coinvolti (banche, gestori di infrastrutture, amministrazioni pubbliche, imprese e altri utenti). Nel corso del 2007 ciascuna comunità nazionale ha quindi portato avanti le attività necessarie per iniziare ad offrire i primi strumenti di pagamento a partire da gennaio 2008.

Fase 3 - Coesistenza e graduale migrazione: periodo di transizione durante il quale gli schemi di pagamento nazionali coesistono con i nuovi schemi SEPA. Alla clientela sono offerti in parallelo sia i 'vecchi' strumenti di pagamento nazionali che i nuovi strumenti SEPA. L'obiettivo prefissato è quello di realizzare una transizione graduale alla SEPA e arrivare a dismettere i corrispondenti strumenti di pagamento nazionali.

  Quale è lo stato attuale del processo di migrazione?
  • Il 2 novembre 2009 le banche hanno iniziato ad offrire i servizi di addebito diretto SEPA (SEPA Direct Debit core e Busines to Business) in parallelo con gli attuali servizio di addebito diretto nazionali.
  • A partire dal 28 gennaio 2008 le banche hanno iniziato ad offrire il servizio di bonifico SEPA (SEPA Credit Transfer) in parallelo con il servizio di bonifico nazionale attualmente in uso, di cui è prevista la progressiva dismissione a favore del nuovo strumento SEPA.
  • A partire da gennaio 2008 le banche SEPA hanno iniziato ad emettere e distribuire le nuove carte dotate di chip e codice segreto (carte 'Chip & PIN') ed ad installare i nuovi terminali ATM e POS che rispondono agli standard tecnici (denominati 'EMV') necessari al funzionamento delle carte a chip.